Modalità di ammissione

Aperto il nuovo bando di ammissione al 37° ciclo di dottorato. Scadenza: 12 maggio 2021 h 13.00

IMPORTANTE!

Prima di presentare la candidatura, leggere attentamente tutte le istruzioni indicate nel bando e nella scheda del corso. In particolare si ricorda che:

  • la domanda deve essere firmata o, in alternativa, presentata accedendo con credenziali SPID; in entrambi i casi dovrà essere corredata da un documento di identità, pena l’inammissibilità della domanda stessa;
  • la candidatura deve essere presentata compilando e allegando gli appositi template predisposti e disponibili ai link qui sotto;
  • eventuali lettere di referenze allegate alla domanda non saranno prese in considerazione. Le lettere di referenze devono essere richieste mediante apposita procedura online, seguendo le istruzioni disponibili qui (pag. 10);
  • Se il/la candidato/a dovesse riscontrare errori nella domanda già presentata, può annullare la domanda e ripresentarla entro e non oltre il 12 maggio ore 13.00.

Per il 37° ciclo, il corso di dottorato bandisce 13 borse di cui 1 finanziata dalla Fondazione Cariparo e 2 dal progetto ERC “The Water Cultures of Italy, 1500-1900”.

Il testo completo del bando e i requisiti specifici del corso in Studi storici, geografici e antropologici sono disponibili a questo link

Le domande di ammissione dovranno essere presentate esclusivamente tramite la procedura online disponibile cliccando qui.

Come segnalato nella scheda bando del corso, si ricorda che per la presentazione di alcuni dei titoli richiesti è obbligatorio usare i seguenti modelli (da scaricare e compilare):

Riassunto della tesi magistrale 

Curriculum vitae 

Progetto di ricerca

Si ricorda, ai candidati interessati a partecipare alla selezione per l’assegnazione delle borse ERC, a tema vincolato “The Water Cultures of Italy, 1500-1900”, che dovranno obbligatoriamente selezionare la relativa opzione all’inizio della procedura online di presentazione della candidatura. In caso contrario, non potranno essere valutati dalla Commissione per l’assegnazione delle suddette borse. La descrizione del progetto è disponibile qui

Per maggiori informazioni:
segreteria@gesta.scuoladottorato.it 

L’ammissione al corso di dottorato avviene attraverso concorso pubblico per titoli ed eventuale colloquio. Una commissione di 5 membri esamina i dossier dei candidati e attribuisce loro un punteggio, redigendo una graduatoria. Le borse di studio sono assegnate sulla base della posizione in graduatoria.

I candidati possono essere di ogni Università, Paese, età a condizione che siano in possesso di un titolo di Laurea Magistrale o titolo straniero equivalente (di almeno 4 anni).

Bando di ammissione ordinario

Il bando viene pubblicato ogni anno tra aprile e maggio. Possono presentare domanda tutti i candidati in possesso di un titolo di Laurea Magistrale o titolo straniero equivalente (di almeno 4 anni) senza distinzione di età o cittadinanza. Sono ammesse anche le domande dei candidati che conseguiranno il titolo dopo la scadenza del bando, ma entro il 30 settembre. Le borse vengono assegnate in base ai titoli presentati, alla proposta di progetto di ricerca e all’eventuale colloquio. Oltre alle borse ordinarie (circa 10 ogni anno), possono essere bandite altre borse su specifici programmi di ricerca descritti nel bando o finanziate da enti esterni. La Fondazione Cariparo, negli anni scorsi, ha riconosciuto al dottorato delle borse aggiuntive. 

I candidati stranieri che hanno già ottenuto una borsa di studio della durata di minimo 3 anni, rilasciata da un comitato scientifico internazionale (ad esempio borse di studio Marie Curie o Erasmus Mundus), e che vogliono essere ammessi a questo dottorato, possono presentare una richiesta per essere ammessi come soprannumerari.

Altri bandi

China Scholarship Council

L’Università di Padova e il China Scholarship Council (CSC) bandiscono ogni anno delle borse di studio per offrire a studenti di cittadinanza cinese che dimostrino eccellenza accademica l’opportunità di studiare per un dottorato di ricerca presso l’Università di Padova.

Fondazione Cariparo

Sulla base della distribuzione annuale dei fondi la Fondazione CARIPARO può decidere di finanziare per il dottorato una borsa riservata a studenti che abbiano conseguito il titolo all’estero e non siano residenti in Italia che copre, oltre alla borsa di dottorato, anche le spese di vitto e alloggio.
I candidati residenti all’estero che non siano stati ammessi alla selezione ad essi dedicata, possono presentare domanda per partecipare alla procedura ordinaria.